.
You are the visitor n. 111929171
< Home
Dec 272017 Gossip
 

come farsi lo shampoo

Ecco 5 consigli utili su come farsi lo shampoo al meglio. Se credete di aver sempre lavato i capelli nel modo corretto controllate i nostri suggerimenti, potreste scoprire che non è così:

1. USATE POCO SHAMPOO: le persone tendono a usare troppo shampoo. Il trucco sta invece nell’applicarlo due volte e sempre in piccole quantità; nel palmo della mano dovremmo versare tanto prodotto quanto ne basterebbe a coprire una moneta da 2 euro.

2. LA SCHIUMA NON È FONDAMENTALE: non cercate la schiuma a tutti i costi, più il capello è sporco meno ce ne sarà.

3. L’IMPORTANZA DEL RISCIACQUO: è il risciacquo che lava via lo sporco, non lo shampoo. Non esiste una cosa come l’eccessivo risciacquo.

4. IL MASSAGGIO: non usate le unghie e non massaggiate troppo duramente lo scalpo. La pressione deve essere minima, lo scalpo la deve percepire come naturale, non è così sporco come potreste pensare.

5. ASCIUGARE I CAPELLI: non strofinate i vostri capelli con un asciugamano. Tamponateli con gentilezza. Poi, se potete, fateli asciugare naturalmente.

4 (80%) 1 vote[s]
Dec 222017 Gossip
 

grossisti

Margini che non hanno niente da invidiare ai più blasonati gruppi del lusso, e crescite da capogiro. I tassi di crescita arrivano a +66% per Ancorotti Cosmetics e per Pool Service, con un ebitda (margine operativo lordo) che è sempre a due cifre e supera il 32% per B. Kolormakeup & Skincare.

Alta redditività e forti percentuali di crescita sono i motivi per cui questi player sono diventati terreno di conquista per la finanza. Il fondo di private equity svizzero Capvis ha infatti acquisito la quota di maggioranza di Gotha Cosmetics,White Bridge Investments ha rilevato una percentuale minoritaria di Ancorotti Cosmetics, mentre il terzo fondo di private equity di Quadrivio ha preso la maggioranza di Farmol. Si tratta di un’industria in sorprendente accelerata, capitanata da Intercos (448,7 milioni di euro di fatturato nel 2016), a cui fa seguito nel ranking Cosmint (135,9 milioni di euro), acquisita nel 2017 da Intercos, e in terza posizione c’è Chromavis a 125,5 milioni di euro.

Le aziende conto terzi che realizzano creme, make-up, profumi, e prodotti per capelli, investono sempre più in brand di proprietà, come stanno facendo Hsa, Unifarco, Pool Service con l’acquisizione di Medavita e Icr.

Rate this post / esprimi il tuo voto
Dec 142017 Gossip
 

acquisti online

Non esiste più un’unica tipologia di acquirente digitale o tradizionale: i consumatori di oggi hanno voglia di vivere esperienze di acquisto uniche e personalizzate dove online e offline si intrecciano.

Nel percorso d’acquisto il primo strumento d’informazione per i consumatori è il motore di ricerca seguito dai siti comparatori, delle recensioni sui forum e social. Al di fuori dell’online, il processo di orientamento all’acquisto si avvale della raccolta delle opinioni di amici e conoscenti e viene influenzato dalle vetrine dei negozi.  Tutti questi elementi sono i punti di contatto (touchpoint) tra azienda e consumatore; i touchpoint attivati prima di un acquisto online sono superiori a quelli utilizzati per l’offline: rispettivamente 1,6 contro 1,3. Ogni categoria di prodotto ha un punto di contatto in grado di orientare lo shopping: vetrine dei negozi, siti di abbigliamento, motori di ricerca, comparatori e review online, e-commerce, pubblicità tradizionale, newsletter, cataloghi via email, official brand page sui social, riviste e video dei prodotti. Tutti questi canali sono efficaci per l’acquisto di prodotti di bellezza e cosmesi, mentre i motori di ricerca, le adv online ed i pareri di amici lo sono per la salute ed il benessere.

Quali elementi stimolano la finalizzazione del’acquisto? Ci sono fattori che spingono all’acquisto vero e proprio nella fase formativa pre-shopping? Il 70% degli acquisti viene innescato da un trigger, cioè da un evento specifico che scatena la decisione di acquisto. Nel complesso, il trigger più rilevante è la comunicazione diretta da parte dei brand: il 27% degli acquisti è stimolato da email, sms e notifiche push che informano su promozioni o sulla disponibilità di un prodotto di interesse.

 

Rate this post / esprimi il tuo voto
Dec 132017 Gossip
 

multi complessità

Questo è il messaggio che viene lanciato per il 2018.. che significa anche multi opportunità!

Tutt’ora non si profila una strada tracciata e domina la molteplicità. Quali sono le strategia per crescere nel mercato italiano e internazionale? A mischiare le carte, evidentemente, è la tecnologia che accelera i processi sul mercato dove, altro fattore ormai decisivo, comanda il consumatore (parrucchiere e donna).

E allora anche la distribuzione conta: diretta o con concessionari e/o grossisti? In ogni caso il marketing ed il commerciale vanno sostenuti con una nuova forma di visibilità: bisogna essere ovunque (giornali, radio, internet, social, depliant, ecc.), perché il consumatore salta da un mezzo di comunicazione all’altro senza soffermarsi molto, in quanto è alla sistematica e costante ricerca di novità, di qualcosa che lo incuriosisca.

E’ un nuovo modo di fare business e di comunicarlo.

Rate this post / esprimi il tuo voto
Dec 072017 Gossip
 

vendere lusso

Chi produce beni di lusso può vietare ai distributori autorizzati la vendita di questi prodotti su piattaforme internet terze al proprio canale di vendita. Come, ad esempio, Amazon. E questo, solo ed esclusivamente, per salvaguardare l’immagine di lusso dei prodotti che mette in commercio.

Lo ha sentenziato ieri la Corte di giustizia europea. Agli stessi distributori è permesso vendere prodotti di lusso via web, ma solo a condizione che utilizzino una propria vetrina elettronica. O anche piattaforme terze non autorizzate, purchè non siano riconoscibili dal consumatore. Non solo, il giudice europeo ha precisato subito che un sistema di prodotti di lusso, finalizzato a salvaguardare l’immagine degli stessi, non viola il diritto dell’Unione, purché siano rispettate due condizioni:

– la scelta dei rivenditori deve avvenire in base a criteri qualitativi oggettivi, fissati indistintamente per tutti i potenziali rivenditori e applicati in modo non discriminatorio;

– i criteri per la scelta non devono andare oltre il limite necessario.

Rate this post / esprimi il tuo voto
Dec 062017 Gossip
 

cina traina innovazione

Generando oltre la metà delle vendite online a livello globale e dando casa a due terzi delle startup di e-commerce da oltre un miliardo di dollari, l’Asia è il continente cui guardare per calibrare le strategie dei marchi.

Se la crescita media del settore oscillerà tra il 3,5 e il 4,5%, a mettere il turbo saranno i mercati emergenti, in particolare India, Vietnam e Cina: mentre le nazioni emergenti europee (Romania, Russia e Turchia) registreranno un incremento tra il 5,5 e il 6,5%. Più in stallo i mercati maturi del Nord America e dell’Europa con un incremento tra l’1 e il 3%.

Per competere in un simile scenario l’opzione indicata è innovare.

Rate this post / esprimi il tuo voto
Dec 052017 Gossip
 

palermo

Sette datori di lavoro sono stati denunciati a Palermo.

I carabinieri del nucleo ispettorato del lavoro hanno multato sette centri estetici e parrucchieri per signora tra Palermo e provincia tutti irregolari. Un lavoratore era “assunto” in nero ed altri 5 irregolari con contratti “part-time”.

I sette datori di lavoro sono stati denunciati per violazioni delle norme di sicurezza nei luoghi di lavoro. In particolare non avevano elaborato il documento valutazione rischi, nominato il medico competente, sottoposto i dipendenti a visita medica e nominato il responsabile del servizio di prevenzione e protezione. Le sanzioni amministrative in totale ammontano a 70 mila euro.

Rate this post / esprimi il tuo voto
Dec 052017 Gossip
 

crisi aziende

Le aziende sono in crisi! ..Non di prodotti, ma di strategia! Quasi nessuna azienda in questo momento sta sostenendo il lavoro professionale del parrucchiere, nessuna lo aiuta a proporre servizi e idee moda alla cliente, nessuna sta cercando di spingere la donna a recarsi in salone! Tutti cercano solo di vendere prodotti che poi fanno fatica ad essere utilizzati e rivenduti, tutti lasciano che il parrucchiere se la sbrighi da solo!

Oggi le aziende sono concentrate a organizzarsi con l’e-commerce, invece di affrontare i problemi del settore.

Ovviamente, come risaputo, il parrucchiere, che non è mai stato un gran venditore di prodotti, nè di servizi fa fatica a contrastare quello che succede nel mercato: prezzi bassi dei cinesi, fai da te, prodotti professionali venduti a prezzi stracciati nei vari siti, lavoro in nero a casa, etc.

Rate this post / esprimi il tuo voto
Dec 042017 Gossip
 

parrucchiere svegliati

Forse non hai ancora capito che oggi il tuo lavoro non è sostenuto dalla gran parte delle Aziende e tu invece continui a sostenerle e per le tue difficoltà dai la colpa alla crisi.

Su nessun mezzo di comunicazione si trova la moda-capelli del momento: i vari media pubblicano solo articoli di prodotti di uso privato e moda-capelli fai da te.

DEVI COMINCIARE A PUBBLICIZZARE IL TUO LAVORO DA SOLO e NON SOLO USANDO FACEBOOK. Le opportunità sono molte, basta scegliere tra tv, radio, giornali nazionali e locali, riviste di settore, depliant, siti internet, blog, etc.

Rate this post / esprimi il tuo voto
Dec 012017 Gossip
 

qwant
Dovremmo sempre chiedere al nostro motore di ricerca quali dati personali non raccoglie. Innanzi tutto, QWANT non raccoglie i dati dei suoi utenti che effettuano ricerche. È molto semplice.

QWANT ha messo a punto un apposito servizio Privacy dedicato alla protezione della tua vita privata e anche un Responsabile per la protezione dei dati (Data Protection Officer, di seguito il “Responsabile”) per curare i rapporti con il Garante Privacy. Il Responsabile, che opera in stretta collaborazione con il servizio Privacy, ha il compito di verificare l’applicazione e il rispetto delle disposizioni legali che tutelano la protezione dei dati personali.

Quando utilizzi il motore di ricerca di Qwant, non installiamo nel tuo browser alcun cookie che consentirebbe di individuarti a ogni utilizzo di Internet o di seguire le tue attività sul web. Non ricorriamo ad alcun dispositivo di tracciamento (pixel, fingerprinting…). Non raccogliamo né conserviamo alcuna cronologia delle ricerche effettuate. Ogni richiesta di ricerca ricevuta viene immediatamente anonimizzata tramite dissociazione dall’indirizzo IP.

Qwant è un motore di ricerca gratuito, aperto a tutti. La nostra principale fonte di guadagno proviene dalle pubblicità che appaiono sulla pagina dei risultati Qwant. Riteniamo che alcune pubblicità potrebbero essere di tuo interesse, in quanto sono pertinenti rispetto a quello che stai cercando.

Quando utilizzi Qwant, nessun dato personale viene registrato o trasmesso agli inserzionisti. Quindi:

  • Nessun cookie di terze parti
  • Nessun dispositivo di tracciamento
  • Nessun targeting comportamentale
  • Nessuna campagna che combina contenuti legittimi con contenuti promozionali (native advertising)

SCOPRI QWANT

Rate this post / esprimi il tuo voto
hairdresser's journal
giornale del parrucchiere magazine professionale
giornale del parrucchiere official site