.
You are the visitor n. 111812210
< Home
Jan 082018 Gossip
 

parrucchieri cari

In quasi tutti gli altri settori (alimentazione, smartphone, viaggi, tempo libero, arredamento, casa, auto, etc) si spende di più rispetto ad un anno fa: perché non è così anche dal PARRUCCHIERE ?

Domande:

  • siamo diventati incapaci rispetto alle aspettative ?
  • ci pubblicizziamo di meno ?
  • i giovani scelgono di più la “realtà virtuale” ?
  • il “fai da te” è aumentato ?
  • proponiamo mode inattuali ?
  • ..o forse prima non ci meritavamo il successo che avevamo ?

Attendiamo risposte !

Rate this post / esprimi il tuo voto
Jan 082018 Gossip
 

agenti cercasi

Ricerchiamo agenti inseriti presso grossisti/distributori e parrucchieri in varie zone d’Italia per unica opportunità commerciale.

Per contatti scrivere a info@globelife.com

Rate this post / esprimi il tuo voto
Jan 052018 Gossip
 

prodotti-di-nicchia

Per rispondere alle sfide di un mercato sempre più complicato in fatto di consumi, occorre attingere ad un portafoglio sofisticato di prodotti e guardare alla clientela di nicchia con il chiaro intento di attrarre i millennial ed i consumatori più attenti.

Il motivo? I prodotti considerati sostenibili costituiscono un quarto del mercato dei brand per la cura della persona e crescono il doppio del resto del settore. Il brand deve avere uno scopo ed appartenere al segmento naturale.

 

Rate this post / esprimi il tuo voto
Jan 042018 Gossip
 

rappresentanti cercasi

Abbiamo moltissime richieste da parte di Aziende e Distributori
di prodotti e accessori per parrucchieri ed estetica
che cercano Rappresentanti / Agenti inseriti nei saloni d’acconciatura per molte zone d’Italia.

Sono altresì ricercati Rappresentanti per l’estero.

Per info e contatti, scrivere a: info@globelife.com

Rate this post / esprimi il tuo voto
Jan 042018 Gossip
 

parrucchieri google

Sicuramente sai che le donne, anche le tue clienti, navigano e cercano in Google: TU CI SEI ? Ti trovano fra i parrucchieri della tua città? Hai un sito? Essere solo “social” non è sufficiente per dare il giusto valore alla tua attività, per descrivere la tua professionalità, per raccontare “chi sei”, per far vedere tutte le tue collezioni, ecc.

RIFLETTI: forse è il momento di fare o aggiornare il tuo SITO e di creare un’APP.  Pensa al futuro e non solo a quello che hai già incassato.

Rate this post / esprimi il tuo voto
Jan 042018 Gossip
 

 

nuovo parrucchiere

Stai cercando un nuovo parrucchiere perché non sei soddisfatta del tuo solito? Non buttarti nelle mani del primo che capita, i capelli sono la cornice del tuo volto, valgono molto più del trucco, esprimono la tua personalità, perciò.. prova a cercare in Google e confronta i siti dei parrucchieri più vicini e comodi per te. Solitamente i siti riescono a dare una giusta immagine delle personalità e delle capacità tecnico-artistiche di un parrucchiere.

È solo così che si trovano i TOP HAIRSTYLISTS ! Scoprirai anche che non è vero che sono cari a meno che il criterio di ricerca sia il lusso e non la competenza.

Rate this post / esprimi il tuo voto
Jan 042018 Gossip
 

facebook

Facebook si sta rivelando sempre più SOLO un sistema “sociale” di contatto fra le persone. Ideale per chi vuole mettersi in mostra, in vetrina, per chi vuole far sapere come vive, cosa fa, chi frequenta, etc. Ovviamente le amicizie coltivate sono in pratica numericamente un po’ più delle chiacchiere che si fanno in cortile o sulle scale del palazzo.. Facebook si rivela il nuovo posto per fare pettegolezzi.

Ovviamente vale anche per questo mezzo il detto “bene o male purché se ne parli!” È tutta pubblicità. Ma quanta e quale pubblicità?

  • Quanta: da poche decine a qualche migliaio (se va bene).
  • Quale: difficile quantificare il livello d’immagine che Facebook permette di raggiungere, perché raramente le persone che contano (valgono) cliccano “mi piace” o lasciano il segno del loro passaggio.

Questo comportamento mette in evidenza che Facebook non è sicuramente il massimo per elevare la propria immagine o il proprio stile. Infatti basta curiosare fra i nomi di chi ha cliccato su una propria pagina o su un post e si può notare come non ci siano NOMI IMPORTANTI, ma solo NOMI-POPOLO o propri aficionados. Però esiste e tant’è meglio utilizzarlo al massimo, perchè (a parte il nostro tempo) è gratis..

Rate this post / esprimi il tuo voto
Dec 272017 Gossip
 

come scegliere un phon

Attualmente in commercio esistono tantissimi modelli di asciugacapelli, ognuno con il suo design costruttivo, caratteristiche e prezzi differenti. Ovviamente, prima di effettuare l’acquisto è importante tenere in stretto contatto alcuni parametri importanti.

Potenza: anche per gli asciugacapelli possiamo verificare la potenza effettiva degli asciugacapelli, misurando il loro consumo energetico in Watt. La potenza di un phon solitamente parte da un minimo di 1800 W per arrivare a 2500 W per i modelli professionali. Naturalmente il getto d’aria calda dipende anche dalla potenza emessa dal phon. Ovviamente, con l’aumentare della potenza aumentano le prestazioni ma anche il costo dell’apparecchio ed i consumi che produrrà durante il suo utilizzo. Il wattaggio ideale consigliato dagli hair stylists per ottenere dei risultati di asciugatura veloci è di almeno 1800-1850 W.

Beccuccio: con tale accessorio è possibile dirigere direttamente il calore sulla spazzola o sul pettine, ideale per chi vuole lisciare i propri capelli. Un beccuccio con le labbra più strette garantisce un flusso d’aria più veloce e preciso verso i capelli, mentre un beccuccio di tipo rotondo è perfetto per i capelli ricci.

Ionizzatore: lo troviamo nei phon di ultimissima generazione, ed è una funzione che attraverso ioni negativi suddividono le gocce d’acqua in particelle più piccole, in questo modo l’asciugatura è più rapida ed il capello più morbido.

Ceramica e tormalina: i due elementi appena descritti evitano di seccare i capelli a causa del calore eccessivo del phon e riescono a produrre una temperatura costante garantendo le performance date dalla potenza e dalla velocità scelta.

Pulsanti di controllo: servono per regolare la velocità su diverse modalità desiderate. Alcuni modelli più professionali hanno anche l’opzione turbo boost, ovvero un getto d’aria particolarmente potente che permette di asciugare più velocemente i propri capelli. Inoltre troviamo anche l’interruttore aria fredda che di solito viene utilizzato per fissare la piega.

Portata d’aria: è la quantità d’aria che il phon spinge verso l’esterno in un certo periodo di tempo. In particolare, questa caratteristica si misura in metri cubi all’ora. Tale parametro diventa più elevato negli asciugacapelli di uso professionale, fino a diventare medio in quelli da uso domestico e nei phon da viaggio o in quelli molto economici. Livelli di temperatura: un modello di asciugacapelli professionale deve riscaldarsi velocemente per evitare sprechi, ma deve anche consentire di aumentare e abbassare la temperatura in base alle circostanze. Da evidenziare che non è consigliabile utilizzare temperature troppo elevate sui capelli fini o sfibrati per via di trattamenti come ad esempio le tinture, e quindi un phon professionale dovrebbe poter permettere almeno di passare attraverso tre o quattro diversi livelli di temperatura.

Tecnologie presenti: gli asciugacapelli più recenti possono sfruttare due tipi di tecnologie diverse: quella agli ioni o quella in ceramica. I phon agli ioni sono caratterizzati dal fatto di emettere ioni negativi che suddividono le gocce d’acqua presenti nei capelli in parti sempre più piccole finché non scompaiono del tutto. Allo stesso tempo emettono un getto d’aria come gli asciugacapelli tradizionali, per cui dimezzano letteralmente i tempi di asciugatura. I phon in ceramica, invece, sono simili a quelli tradizionali, solo che la temperatura è mantenuta uniforme e non supera mai certi livelli.

Accessori: è importante che i phon siano dotati di accessori diversi che ne consentono un utilizzo differente, come la presenza di un diffusore, che consente di asciugare anche i capelli più sfibrati senza rovinarli.

Motore: Il motore presente all’interno di un asciugacapelli può essere di tre tipologie indicate con le sigle EC, AC e DC. Il motore EC è un motore digitale in cui i meccanismi si attivano in maniera elettronica, in grado di offrire elevate potenze e longevità del prodotto; AC è un tipo di motore a corrente alternata, ideato specificamente per gli asciugacapelli di tipo professionale che hanno bisogno di sostenere prestazioni elevate, funzionando continuamente e in maniera molto potente. Un motore di tipo AC è in grado di produrre un’elevata pressione dell’aria che rende l’apparecchio molto efficace. Il DC è un motore a corrente continua in grado di offrire delle prestazioni molto buone, con una pressione dell’aria inferiore ai motori AC.

Rate this post / esprimi il tuo voto
hairdresser's journal
giornale del parrucchiere magazine professionale
giornale del parrucchiere official site