.
You are the visitor n. 105024884
< Home
Apr 192019 Gossip
 

competitor

 

WALGREENS BOOTS ALLIANCE, ovvero una delle maggiori catene internazionali operanti nel settore della salute e della bellezza, entra nel MERCATO ITALIANO.

L’ingresso di un gruppo di tali dimensioni è un MOMENTO DI DISCONTINUITÀ in un mercato, come quello italiano, alle prese con una FASE DI PROFONDO RIPENSAMENTO della propria distribuzione, anche per effetto delle NUOVE REGOLE sulle strutture proprietarie delle farmacie.

Ad accompagnare in conferenza i manager del gruppo, ci sono il sindaco di Milano Giuseppe Sala e il numero uno di Confindustria Vincenzo Boccia. Un segnale della decisione con cui il gruppo sbarca sul mercato italiano. Questo segnale di forza dovrebbe alimentare l’idea, nel BEAUTY MADE IN ITALY, che non sia rimandabile a lungo una scossa profonda al sistema.

Le RICERCHE DI MERCATO mostrano che sia sul fronte dell’E-COMMERCE sia su quello dei SOCIAL MEDIA, i marchi nazionali praticamente non esistono. Per questo ritardo ci sono ragioni strutturali, in primo luogo il fatto che la COSMESI ITALIANA è costituita da una molteplicità di piccole e medie aziende manifatturiere, dunque poco visibili al consumatore finale. Ma, attenzione, alla radice c’è anche una RAGIONE DI MENTALITÀ, in particolare sullo sviluppo di marchi propri. È proprio su questo aspetto che sarà necessario lavorare.

L’ASSENZA di marchi propri e, di conseguenza, di Brand riconoscibili, impedisce al BEAUTY MADE IN ITALY di giocarsi quella che potrebbe essere la migliore carta da giocare: opporre alla strapotenza RETAIL delle MULTINAZIONALI una convinta presenza online.

Se, fino ad oggi, l’Italia della COSMESI ha potuto vivere e produrre lontano dal consumatore finale, oggi però non può permettersi di PERDERE il treno dei nuovi canali.

4 (80%) 1 vote
Apr 192019 Gossip
 

olaplex

OLAPLEX, Brand di prodotti professionali per capelli, cerca INVESTITORI.

Il BRAND ha dato il mandato a Financo per esplorare diverse
OPZIONI DI INVESTIMENTO, ma la più appetibile sembra quella
dell’ingresso di un fondo di PRIVATE EQUITY nel capitale societario.

Alcune fonti rivelano che le vendite di OLAPLEX
hanno raggiunto l’anno scorso 100 milioni di dollari.

Nel 2018, OLAPLEX ha vinto una causa contro L’Oreal Uk, accusata
di violare il BREVETTO OLAPLEX con il loro prodotto Smartbond.
L’Oreal ha fatto appello alla decisione della corte e la prossima sentenza
è attesa tra la fine del 2019 e i primi mesi dell’anno successivo.

4 (80%) 1 vote
Apr 182019 Gossip
 

pettenon

Il gruppo PETTENON ha lanciato una linea di prodotti per capelli nella GDO (Grande Distribuzione Organizzata) a nome
ALAMA PROFESSIONAL.

Allarga così anche una linea per il grande pubblico privato oltre che al settore professionale per Parrucchieri dove distribuisce i marchi:

ALTER EGO
INEBRYA
BE HAIR
BOTUGEN
FANOLA
ECHOS LINE
ORO THERAPY
SENSUS

3 (60%) 2 votes
Apr 182019 Gossip
 

piante verdi

Per un BRAND consigliare di mettere PIANTE VERDI in Salone e magnificarne le funzioni di ossigenazione serve ad accomunare psicologicamente i prodotti di quel BRAND con la “NATURA” …
anche se non è vero niente !!!

Parlare di “NATURA” e “SOSTENIBILITÀ” non vuol dire  produrre prodotti naturali o sostenibili ma può indurre a pensarlo: è una bella OPERAZIONE DI MARKETING per dare e dire al cliente quello che vorrebbe ricevere o sentirsi dire.

… ma la VERITÀ è purtroppo un’altra.
Oggi di VERAMENTE NATURALE e SOSTENIBILE “certificato”
non c’è NIENTE !!

Questi messaggi “sostenibili” possono essere gradevoli ma sono PERICOLOSI perché distraggono dal reale.

2.5 (50%) 2 votes
Apr 172019 Gossip
 

legge n.12/2019

Arriva l’obbligo di COMUNICAZIONE periodica al FISCO delle vendite di beni tramite piattaforme digitali.

Prima scadenza fissata nel mese di luglio 2019.

Le modalità attuative saranno definite con un provvedimento dell’Amministrazione Finanziaria.
L’OBBLIGO INFORMATIVO è richiesto con cadenza trimestrale.

3 (60%) 1 vote
Apr 162019 Gossip
 

analisi matematica e finanza

I Manager del settore dell’HAIRSTYLING di oggi sono forse bravi in analisi matematica e finanza ma non in “comunicazione”.

Non c’è Azienda che si tiri fuori dal coro: TUTTI stranamente tacciono e non comunicano al mercato.

Ma questa gente non IMPARA NIENTE dal quotidiano ?
L’esempio della POLITICA è significativo: ogni ora ( non ogni giorno ) c’è un RACCONTO POLITICO da comunicare, o un partito, o una proposta, o uno scontro, o una votazione, o uno scandalo, etc.

Tutto è POLITICA e volenti o nolenti ne siamo informati da TV, giornali, web.

Nel settore dell’alimentare, dall’automotive, del fashion succede la stessa cosa … e allora perchè non imparare dagli altri?

Un PO’ PIÙ DI UMILTÀ per favore ! … o forse è scoppiato il settore !!!

3 (60%) 1 vote
Apr 032019 Gossip
 

comunicazione

Le Aziende di prodotti per parrucchieri, per RISPARMIARE sui budget pubblicitari, INFORMANO delle novità solo i loro clienti ovviamente UTILIZZANDO piattaforme gratuite come Facebook, Instagram, etc.

Non è certamente una comunicazione di stile ma finché funziona RISULTA ESSERE oggi il miglior modo.

L’acquisizione di clienti nuovi è lasciata all’impegno e all’iniziativa dei VENDITORI che sono coperti di premi per ogni risultato positivo acquisito.

Forse però è anche per questa ragione che il mercato si sta addormentando e che di nuovo … non circola niente: tutti sforzi vanificati da mancanza semplice ma strategica di un po’ di COMUNICAZIONE TRADIZIONALE.

È la tipica INFORMAZIONE a circolo chiuso.

3 (60%) 1 vote
Apr 022019 Gossip
 

Visto su

sole 24 ore

Takara Belmont

«In Italia ci sono più di 80mila saloni di parrucchieri. È un mercato dove un gruppo come il nostro non poteva non essere presente. Inoltre l’Italia è la capitale mondiale del design, ha un’industria manifatturiera d’eccellenza ed è l’unico Paese in Europa che combina efficacemente questi due primati». Così Marco Bursi, general manager Takara Belmont Italia racconta la nascita e lo sviluppo della filiale italiana del gruppo.

Fondata nel 1921 a Osaka, Takara Belmont progetta e produce postazioni professionali e componenti d’arredo, ma anche supporti tecnici, per saloni di acconciatura, barber shop, istituti di bellezza e centri benessere puntando su design di prestigio, affidabilità, durata, comfort, ergonomia e funzionalità. Il gruppo ha dieci consociate nel mondo (Usa, Canada, Brasile, Gran Bretagna, Germania, Francia, Cina, Korea, Taiwan and Singapore), 26 affiliati e 84 unità di business per un fatturato globale di oltre 523 milioni di euro.

A questi si aggiunge il polo produttivo e la direzione commerciale in Italia.
«Il 2018 per Takara Belmont Italy è andato benissimo – aggiunge Bursi -. Siamo cresciuti del 30% sul mercato nazionale e anche le altre filiali europee hanno registrato un incremento dei fatturati. Il brand è sempre più apprezzato sia in Italia che in Europa. Ci aspettiamo quindi delle percentuali positive anche per il 2019 in entrambi in mercati, nonostante gli indici economici parlino di possibile recessione e di effetto-Brexit. La nostra filiale investirà molte energie sull’Italia e nell’area mediterranea, in particolare Spagna e Grecia. Europa e Stati Uniti sono le aree dove, a livello mondiale, ci aspettiamo il maggiore sviluppo».

I piani di crescita partono dalla leva commerciale. «Una buona parte degli investimenti previsti per il 2019 – continua il gm – sarà dedicata all’apertura di nuovi store in partnership con i nostri distributori, al rinnovo degli showroom esistenti e alla ricerca e allo sviluppo di nuovi articoli nel settore arredo per barber shop e parrucchieri in generale, ma soprattutto potenzieremo, insieme ai nostri partner cosmetici, l’assistenza al cliente finale per offrire un servizio a 360 gradi che vada dalla progettazione di arredi personalizzati ai servizi post vendita. Per tenere alto il nostro marchio, dobbiamo sempre offrire la massima qualità nel prodotto e nel servizio».

Al Cosmoprof Worldwide Bologna da poco concluso l’azienda ha presentato nuove attrezzature di alta tecnologia utili per una migliore penetrazione dei trattamenti cosmetici per i capelli. «Questi supporti tecnici – dice il manager – hanno lo scopo di preservare la salute ed i benessere sia del cuoio capelluto sia del capello che, assorbendo maggiormente i principi attivi dei delle formulazioni specifiche, risulterà più sano, più forte, più lucido ed il colore più luminoso. La tecnologia giapponese in questo è sempre stata la numero uno a livello mondiale. Alla fiera abbiamo lanciato inoltre nuove linee di arredo per saloni con design Zen e stile naturale per creare ambienti sempre più “home”, accoglienti, rilassanti e confortevoli. Questo è il concetto dei nostri nuovi modelli di design. Ci auguriamo che le nuove proposte vengano recepite correttamente dai parrucchieri e dai nostri partner come Aveda, Davines, Toni&Guy e Framesi, e che venga compreso appieno il vantaggio di queste nuove tecnologie. Ovviamente questo significa anche un incremento delle vendite sia dei loro che dei nostri prodotti».

Il tutto con un occhio alla sostenibilità. «Il risparmio energetico e la tutela dell’ambiente per noi sono fondamentali - conclude -. Produciamo attrezzature per gli acconciatori a basso consumo energetico ed idrico. Molti nostri componenti di arredo e postazioni professionali sono già fabbricati con materiali naturali, eco-friendly e alcuni anche riciclabili e l’impegno in questa direzione è sempre più intenso. Con gruppi come ad esempio Aveda, lavoriamo già da tempo con una metodologia orientata al mondo del naturale e dell’eco-sostenibilità, realizzando saloni che rispondano a questa filosofia».

FONTE: Il Sole 24 Ore

5 (100%) 1 vote
hairdresser's journal
giornale del parrucchiere magazine professionale
giornale del parrucchiere official site