.
You are the visitor n. 107271848
< Home
Sep 162011 Gossip
 
Arredamenti cinesiGli Italiani abdicano a favore dei Cinesi! Sappiamo che lo stile ed il gusto si diffondono principalmente con la "comunicazione" e i vari media (giornali, web, ecc) ne sono il supporto. Ma… da qualche tempo ormai si vede che il settore dell’arredamento professionale per parrucchieri comunica o solo con mezzi propri (depliants, brochures, ecc), oppure con il sistema commerciale (prezzi, sconti, ecc).
Risultato:
COMUNICAZIONE ITALIA-CHINA = 0 – 1 (fiere)
PREZZI/COMMERCIO ITALIA-CHINA = 0 – 10
C’è spazio a questo punto per un recupero di posizioni
per il vero design "Made in Italy"?
Rate this post / esprimi il tuo voto

  6 Responses to “Arredo & Design”

  1. Ma chi fa ancora il “made in Italy” ?

  2. Se i cinesi imparano a “comunicare” saranno dolori per tutti.

  3. Non c’è più storia nel confronto con i cinesi. Per la verità io compro quello che mi piace al minor prezzo, non capisco perchè dovrei difendere chi cerca o ha cercato di fregarmi.Pensate quello che volete.

  4. continuate a comprare cinese spendendo poco (magari in nero così risparmiate ancora un po’), e abbassate i prezzi visto che potete farlo avendo meno (siete sicuri?) spese per i beni strumentali e di consumo, ma ricordatevi di non fate le ricevute….. già guadagnate poco (non c’è problema, lasciate che le tasse le paghino gli altri).
    alla fine se volete fare i cinesi potete ancora fare taglio e piega a 6 euro e cancellare i concorrenti italiani.
    oppure chiudere il negozio e andare a lavorare per loro….sempre che vi vogliano.

    meditate gente,,,,,meditate…..

  5. Caro marco, ma questa è la concorrenza leale o no sarà il mercato poi a stabilirlo. Oggi che siamo costretti a risparmiare su tutto (prodotti, accessori, arredamento,) ben vengano proposte interessanti di prezzo. Io spero che i miei fornitori italiani si adeguino a questa situazione. Ciao

  6. Si adegueranno, si adegueranno perchè io penso che molti di noi chiuderanno e continueranno l’attività in casa (senza pagare le tasse !) e di arredamenti ne avremo bisogno di meno.

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)

giornale del parrucchiere official site
hairdresser's journal
giornale del parrucchiere magazine professionale
giornale del parrucchiere official site