.
You are the visitor n. 107578283
< Home
Jan 132010 Gossip
 
Il ricambio stagionale non c’entra. Dopo il sole, è lo smog l’altro nemico della chioma. Aiutatevi con integratori e dieta. Inutile negarlo:in questo periodo, ci ritroviamo più capelli del solito sul pettine, sui vestiti e sul cuscino mentre in testa ci sembra di averne sempre di meno. Sarà come dicono “un normale ricambio fisiologico” o dobbiamo preoccuparci? Ecco come capirlo: – NEMICI NATURALI “Il ricambio stagionale dei capelli, come dei peli del corpo, nell’uomo moderno non si verifica più, era un retaggio genetico dell’adattamento al clima”, dice il dottor Fabio Rinaldi, dermatologo a Milano e presidente della Fondazione scientifica internazionale di divulgazione e ricerca sul capello (www.ihrf.eu). “Studi scientifici hanno dimostrato che è il sole a colpire il nostro cuoio capelluto durante l’estate: è lui il vero responsabile della caduta autunnale dei capelli”. Prevenire questo fenomeno, però, è possibile. “Sono utili trattamenti locali e integratori alimentari grazie ai quali il capello cade e ricresce”, consiglia lo specialista. – OLTRE I 100 È ALLARME “Gli integratori contengono sostanze antiossidanti come la vitamina E e il licopene che servono a prevenire il danno solare”, spiega il dottor Rinaldi. “Altri principi attivi naturali come il picnogenolo e il genistenolo aiutano a contrastare la morte del capello. Una novità in questo campo è l’utilizzo dei polipeptidi naturali contenuti nei trattamenti da applicare sul cuoio capelluto e che regolano la crescita del capello”. Quando rivolgersi al medico? “Il numero di capelli che possiamo perdere senza conseguenze non è uguale per tutti: dipende da quanti ne abbiamo in testa e da quanti ne ricrescono (l’allarme scatta oltre i cento al giorno). Se si nota una perdita di volume e se alla caduta si accompagnano altri sintomi come stanchezza o mestruazioni abbondanti, meglio ricorrere in fretta al medico. Prima si interviene, più il trattamento sarà efficace”. Certo, l’arma migliore è sempre la prevenzione, perché anche lo smog danneggia i capelli generando una reazione infiammatoria che li fa cadere. – LAVAGGI QUOTIDIANI Il trattamento consigliato dallo specialista? “Fare lavaggi frequenti e usare shampoo antibatterico come un normale antiforfora che elimina i microrganismi della polvere. Molto importante è anche un’alimentazione equilibrata”. Infine, ecco i luoghi comuni da sfatare: “Colorazioni, mousse e lacche non nuocciono alla chioma. E tagliare i capelli non serve a rinforzarli. Invece limitare al massimo l’uso delle piastre”.
Rate this post / esprimi il tuo voto

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)

giornale del parrucchiere official site
hairdresser's journal
giornale del parrucchiere magazine professionale
giornale del parrucchiere official site