.
You are the visitor n. 107953841
< Home
Jan 072010 Gossip
 
 Chi protegge il parrucchiere? Oggi, in un mercato sempre più libero e aperto, alcune grandi Aziende non rispettano più i canali distributivi. Così il prodotto professionale per parrucchieri lo si trova venduto sugli scaffali di profumerie e supermercati. Naturalmente quei prodotti non possono essere rivenduti con entusiasmo nei saloni con il rischio, oltre che di proporre un prodotto specifico come non sufficientemente professionale e qualificato, di vedere confronti penalizzanti e antipatici di prezzo. Cosa fare per proteggere il Parrucchiere?
Rate this post / esprimi il tuo voto

  4 Responses to “Scelta del canale distributivo”

  1. bella domanda. Bisognerebbe farci un convegno !| – Da quanto tempo chiediamo di rispettare alcune regole basilari nella vendita dei prodotti professionali ? Usiamo un pò il passaparola per certi accordi fra parrucchieri . Ciao

  2. Semplice!!! Comprare prodotti venduti solo a Parrucchieri. Ciao

  3. scusate, ma se siete voi i primi che date i prodotti con concessioni solo parrucchieri ai grossisti quando volete fare scambi,ne vogliamo parlare? poi pretendete la professionalità, la serietà. sapete quanti tagliati x successo comprono le tinte e ossigeni da grossisti? e allora non girate a vuoto sul discorso, ma sapete cos’è che non vi va giù che gli altri fanno quello che vorreste fare voi e cioè quello di fregare la gente. e la professionalità del vs. lavoro dov’è quando sbagliate e dite alla cliente che va tutto bene oppure dando la colpa ai prodotti. meditate chi è professionista dovrebbe saper capire cosa vuole la cliente e consigliarla e non come tanti che non vogliono asdcoltare pensando di essere superiori . ma quante clienti ho servito dopo gli sgorbi che avete fatto, perchè c’è da dire che l’umiltà e il senso di rimediare non fa per voi e che se dovesse esistere dopo lo sbaglio inducete la cliente ad un altra spesa e se tutto va bene con i capewlli in testa. ce ne da raccontare fatevi un esame di coscenza! e non pensate agli errori sulla vendita!

  4. e vogliamo dire che propio voi andate alla ricerca del prodotto che costa meno per il vs. bussines fregandovene della persona? be io conosco parrucchieri che hanno un patrimonio non indifferente, ma con questo non sparlo se vedo e sento che il parrucchiere non da colpa ai rivenditori o grossisti. se tanto volete lavorare onestamente ,1 professionalità 2 ritoccate i prezzi listino perchè esagerati, 3 siate più umani .

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)

giornale del parrucchiere official site
hairdresser's journal
giornale del parrucchiere magazine professionale
giornale del parrucchiere official site