.
You are the visitor n. 107569103
< Home
Jul 102009 Gossip
 
Un ristretto gruppo di arredatori ha incontrato ieri i dirigenti Sogecos per richiedere di organizzare il COSMOPROF di BOLOGNA ogni 2 anni. Perché, per esigenze aziendali (crollo del loro fatturato), vogliono negare al parrucchiere l’informazione e la partecipazione ad un evento che parla di moda? Il mondo del parrucchiere, in particolare, ha bisogno di innovazione continua perché è la moda stessa che lo richiede ed il parrucchiere lavora con la moda. Ad oggi Sogecos non ha accettato la richiesta.
Rate this post / esprimi il tuo voto

  8 Responses to “NO al COSMOPROF biennale”

  1. Ma se la richiesta proviene soltanto da poche aziende non potrebbero semplicemente lasciare il loro posto a chi ha ancora qualcosa da dare al settore?

  2. Sono una parrucchiera e ringrazio i dirigenti Sogecos. Il Cosmoprof è importantissimo per noi parrucchieri e non vedo perchè poche aziende dovrebbero decidere per tutti noi!

  3. Ma che ce frega degli arredatori ? – Non sono certo loro a fare gli spettacoli . ciao

  4. La redazione ha ricevuto un messaggio da una storica azienda italiana di Arredamento & Design per i saloni di Parrucchieri

    Ciao Salvo,

    a prescindere dal fatto che un commento isolato non esprime il pensiero di tutti, se l’interesse dei parrucchieri sono gli show, gli spettacoli ecc, tutto ciò che è intrattenimento riferito al loro mondo di pseudo-artisti (così si sentono e senza essere dispregiativo dato che ci fanno vivere) capisci quanto l’arredo sia marginale al mondo degli acconciatori. Ma gli acconciatori dimenticano che la loro CLIENTELA DESIDERA ENTRARE IN UN SALONE ACCOGLIENTE E CURATO. Sicuramente anche tu lo dimentichi, visto come ti esprimi… Se il negozio si rinnova solo perchè i mobili sono rotti e non funzionano più ti rendi conto quanto è Necessario Lavorare Sulla Cultura E La Professionalità Di Voi Acconciatori, che ancora non avete capito che UN BEL ARREDO DI DESIGN È UN “SERVIZIO” ALLA CLIENTELA E NON UNA NECESSITÀ PERSONALE. Sta a noi arredatori e all’ente fiera creare l’interesse per questo aspetto del beauty che è il design, dato che non è così sentito se non ogni 8/10 anni: questo il turnover, cioè il periodo di vita dell’arredo di un negozio.

    Ciao.

  5. Non voglio fare polemica ma…provi a consultarsi con isuoi colleghi e poi mi saprà dire ! Guardi i listini di Maletti e rifletta con me . Io ho fatto da poco un nuovo arredamento ma ho preso un’inc…. ! – Ciao ti voglio bene

  6. Sei incazzato eh !!!

  7. Vedi Salvo, e ti parlo da amico, quello che ti è successo è emblematico. Visto che rinnovare un salone è costoso ed è un bel investimento, non pensi sia importante informarsi, valutare, confrontare, in una parola ” interessarsi” per poter essere nelle condizioni di fare le scelte giuste? E’ proprio per questo che ti dissi che è necessario avere il giusto interesse per l’arredo, proprio perchè è una scelta importante ( non solo finanziariamente). Quanto sarebbe stato meglio rinnovare il salone ed essere soddisfatto e contento ( orgoglioso) di quello che hai realizzato!!! ciao

  8. Tu per parlare così sei sicuramente un architetto . Prova a fare il “falegname” e poi vedrai che quando hai davanti un parrucchiere cerchi solo di spremerlo .Ciao ma anch’io sono stato deluso da chi mi ha fatto l’arredamento (grande solo di nome)

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)

giornale del parrucchiere official site
hairdresser's journal
giornale del parrucchiere magazine professionale
giornale del parrucchiere official site