.
You are the visitor n. 107909750
< Home
Apr 042008 Gossip
 
  Milano, 3 aprile 2008 Unipro segnala ancora andamenti positivi del mercato cosmetico italiano. Un mercato che vale 9 miliardi di euro (+2,5% rispetto al 2006) ed è sostenuto da consumi sempre più presenti nella quotidianità. Le imprese cosmetiche italiane confermano gli investimenti in innovazione e ricerca assecondando una domanda sempre più diversificata e polarizzata. La scarsa propensione ai consumi da parte di larghe fasce di consumatori, ha condizionato solo in parte l’andamento dei consumi di cosmetici. Anche nel 2007, infatti, il mercato italiano di cosmetici registra una crescita costante, +2,5%, con un valore della domanda che si approssima ai 9 miliardi di euro, 8.995.78 milioni per l’esattezza. La tradizionale elaborazione del Centro Studi e Cultura d’Impresa di Unipro, conferma alcune importanti tendenze: · L’affermazione dei cosmetici nel vissuto quotidiano (igiene personale, cura della persona e benessere), nonostante i forti condizionamenti sulla propensione al consumo; · costante e generalizzato processo di polarizzazione dei consumi che evidenzia lo spostamento verso prodotti di nicchia e verso prodotti dall’evidente alto rapporto qualità prezzo. E’ ancora il canale farmacia che registra le dinamiche più interessanti: nel 2007 il valore del mercato è cresciuto dell’8,5% toccando i 1.337 milioni di euro, il 15% del totale del mercato cosmetico. La grande distribuzione organizzata che rappresenta sempre la più ampia quota del consumo di cosmetici (44%) segna una crescita media dell’1,1%. Il valore totale del canale supera i 3.900 milioni di euro. I canali professionali registrano un valore complessivo di 970 milioni di euro: si assiste ad una ripresa più vivace delle vendite negli istituti di bellezza ed estetiste (+2,1%) e ad una crescita meno evidente dei prodotti professionali venduti nei saloni di acconciatura (+1%). A conferma di un mercato attento all’evoluzione e alle offerte specifiche, nel 2007 si segnalano i trend particolarmente dinamici delle vendite di creme corpo idratanti, nutrienti ed esfolianti (186 milioni di euro, +7,2%); delle creme maschili per il trattamento, (+8,5% per oltre 48 milioni di euro; i prodotti per la cellulite (+7,5%, con un valore di oltre 110 milioni di euro) e i rassodanti, antietà corpo (63 milioni di euro, +10%). La performance più significativa è rappresentata dalle vendite dei solari e dei pigmentanti (343 milioni di euro, +7,1%). L’industria nazionale ha reagito alle rinnovate opzioni di acquisto dei consumatori italiani con attenzione e ha registrato importanti incrementi degli investimenti sia nell’allargamento della capacità produttiva che nell’evoluzione della ricerca e applicazione tecnologica nei processi produttivi. Fabio Franchina, presidente di Unipro, illustrando i dati durante la conferenza stampa, ha sottolineato che “nel 2007 il fatturato dell’industria cosmetica ha toccato gli 8.246,5 milioni di euro con una crescita dell’1,9% rispetto all’anno precedente, grazie soprattutto alla tenuta della domanda interna”. Il trend delle esportazioni, infatti, è risultato più rallentato rispetto al passato, cresciuto dell’1%, con un valore di quasi 2.280 milioni di euro. “Le tensioni sui prezzi petroliferi e il contemporaneo record di valutazione dell’euro sul dollaro nella seconda parte del 2007 hanno sicuramente pesato sulle valorizzazioni delle esportazioni italiane di cosmetici” ha concluso Franchina.
Rate this post / esprimi il tuo voto

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)

giornale del parrucchiere official site
hairdresser's journal
giornale del parrucchiere magazine professionale
giornale del parrucchiere official site