.
You are the visitor n. 106869008
< Home
May 182015 Gossip
 

pubblicità

In Italia, contrariamente a quello che succede all’estero, le Aziende di prodotti per parrucchieri (escluso le Aziende "conto terzi"), investono solo tra il 2 e il 7 % del fatturato in pubblicità. Cosa rientra in questa cifra?

  • pubblicità tabellare classica
  • sito internet
  • depliant
  • cartelle colori
  • pr, viaggi clienti
  • fiere
Le promozioni (regali, offerte etc.) vanno invece nel conteggio degli "sconti". Ovviamente questo investimento è troppo poco per muovere il mercato e rendersi visibili. Tutto quello che dovrebbe andare in pubblicità va invece negli sconti: non ci sono quindi margini per iniziative d’immagine! Si viene così a creare un mercato di "prodotti poveri" che non soddisfa nessuno:
  • non soddisfa l’Azienda perchè non ha più margini da investire nel Marketing
  • non soddisfa i Rivenditori/Grossisti/Agenti perché a fatica coprono le spese
  • non soddisfa il Parrucchiere perché, oltre allo striminzito prodotto, riceve pochi servizi (info, meeting, corsi, show, etc)
  • non soddisfa la donna-cliente perché non ha la sensazione di essere trattata con prodotti "glamour" ma di massa.
E allora? Forse è il caso di cambiare qualcosa! … ne guadagnerebbero tutti a cominciare dal "prodotto" che ritornerebbe ai vertici dell’attenzione.

Rate this post / esprimi il tuo voto

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)

giornale del parrucchiere official site
hairdresser's journal
giornale del parrucchiere magazine professionale
giornale del parrucchiere official site