.
You are the visitor n. 111280442
< Home
May 182020 Gossip
 

Il Dpcm ( COVID-19 ) del 17 Maggio, accordato con le Regioni, si applica dal 18 Maggio

riapertura coronavirus

Ecco le indicazioni da seguire dal 18 Maggio:

  • Predisporre una adeguata informazione sulle misure di prevenzione.
  • Consentire l’accesso dei clienti solo tramite prenotazione, mantenere l’elenco delle presenze per un periodo di 14 gg.
  • Potrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperatura >37,5 °C.
  • La permanenza dei clienti all’interno dei locali è consentita limitatamente al tempo indispensabile all’erogazione del servizio o trattamento. Consentire la presenza contemporanea di un numero limitato di clienti in base alla capienza del locale (vd. punto successivo).
  • Riorganizzare gli spazi, per quanto possibile in ragione delle condizioni logistiche e strutturali, per assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione sia tra le singole postazioni di lavoro, sia tra i clienti.
  • L’area di lavoro, laddove possibile, può essere delimitata da barriere fisiche adeguate a prevenire il contagio tramite droplet.
  • Nelle aree del locale, mettere a disposizione soluzioni idro-alcoliche per l’igiene delle mani dei clienti e degli operatori, con la raccomandazione di procedere ad una frequente igiene delle mani. Eliminare la disponibilità di riviste e materiale informativo di uso promiscuo.
  • L’operatore e il cliente, per tutto il tempo in cui, per l’espletamento della prestazione, devono mantenere una distanza inferiore a 1 metro devono indossare, compatibilmente con lo specifico servizio, una mascherina a protezione delle vie aeree (fatti salvi, per l’operatore, eventuali dispositivi di protezione individuale ad hoc come la mascherina FFP2 o la visiera protettiva, i guanti, il grembiule monouso, etc., associati a rischi specifici propri della mansione)
  • In particolare per i servizi di estetica, nell’erogazione della prestazione che richiede una distanza ravvicinata, l’operatore deve indossare la visiera protettiva e mascherina FFP2 senza valvola.
  • L’operatore deve procedere ad una frequente igiene delle mani con soluzioni idro-alcoliche (prima e dopo ogni servizio reso al cliente) e utilizzare camici/grembiuli possibilmente monouso per gli estetisti. I guanti devono essere diversificati fra quelli utilizzati nel trattamento da quelli usualmente utilizzati nel contesto ambientale.
  • Assicurare una adeguata pulizia e disinfezione delle superfici di lavoro prima di servire un nuovo cliente e una adeguata disinfezione delle attrezzature e accessori. Igienizzazione delle postazioni di lavoro dopo ogni cliente. Assicurare regolare pulizia e disinfezione dei servizi igienici.
  • Favorire il regolare e frequente ricambio d’aria negli ambienti interni ed escludere totalmente, per gli impianti di condizionamento, la funzione di ricircolo dell’aria.
  • Sono inibiti, dove presenti, l’uso della sauna, il bagno turco e le vasche idromassaggio.
  • La postazione dedicata alla cassa può essere dotata di barriere fisiche (es. schermi); in alternativa il personale deve indossare la mascherina e avere a disposizione gel igienizzante per le mani. In ogni caso, favorire modalità di pagamento elettroniche, eventualmente in fase di prenotazione.

    Fonte: ANSA

Woman photo created by freepik – www.freepik.com

Rate this post / esprimi il tuo voto
May 142020 Gossip
 

PARRUCCHIERI sotto pressione per la RIAPERTURA

A differenza degli altri settori, il PARRUCCHIERE sarà messo sotto pressione per l’intenso lavoro che lo aspetta.
Le Clienti hanno assoluta necessità di fare servizi irrimandabili (colore, meches, riflessi, taglio, piega, etc.) e sono disposte ad adattarsi alla nuova organizzazione che ogni Salone seguirà:
orari dalle 8.00 alle 20.00 con più turni dei collaboratori, servizi di igiene e sanificazione da rispettare all’interno del Salone, sottoporsi alla prova di “temperatura”, prenotare già anche i prossimi servizi con una data o addirittura più date da fissare.

Calendar vector created by freepik – www.freepik.com

Rate this post / esprimi il tuo voto
May 122020 Gossip
 

Prenota ora il Tuo appuntamento con le nostre APP

Non fare code, lascia un Tuo messaggio, chiedi di quali servizi hai bisogno, indica il giorno e l’ora preferiti, il Tuo PARRUCCHIERE ti confermerà il TUO APPUNTAMENTO !

Rate this post / esprimi il tuo voto
May 122020 Gossip
 

La FASE 2 scatta e Karine apre il salone a mezzanotte

salone parrucchiere

Anche la Francia è entrata finalmente nella FASE 2 CORONAVIRUS e dopo oltre 50 giorni di lockdown, KARINE GRANGER, parrucchiera di Clichy-la-Garenne ( Hauts-de-Seine, a nord di Parigi) ha deciso di riaprire i battenti del proprio salone a mezzanotte e un secondo, senza perdere nemmeno un minuto. Sicuramente un modo per celebrare la fine dei due mesi di lockdown, ma anche un modo per offrire la possibilità di tagliarsi i capelli fin da subito, e sostenere la sua attività, duramente colpita dalla crisi.

L’ingegnosa professionista aveva già avvertito i suoi 830 clienti dell’idea per una maratona notturna, fissata tra domenica e lunedì, scegliendo un orario più che straordinario, e rimettendo in pista tutti i ferri del mestiere: forbici, spazzole, asciugacapelli, rimasti per troppi giorni nel cassetto. Il successo è stato immediato, nonostante i prezzi non proprio a buon mercato, Karine è riuscita ad ottenere il “SOLD OUT” in poco tempo.

All’interno del Salone ha potuto accogliere solo un massimo di cinque clienti e due dipendenti (contro dodici e quattro in tempi normali). Karine ha tagliato capelli ed operato straordinarie messe in piega fino all’alba, prima di lasciare il posto ai dipendenti. Oltre agli incassi, per il Salone di Karine è stata anche una straordinaria idea di comunicazione, che spera la allontanerà dal fallimento della sua attività.

Fonte: ANSA | Politica

Fashion photo created by freepik – www.freepik.com

Rate this post / esprimi il tuo voto
May 082020 Gossip
 
negozi chiusi

Ieri, in conferenza Stato-Regioni, gli Enti territoriali hanno approvato un ordine del giorno che chiede al Governo la RIAPERTURA dall’11 MAGGIO per il commercio al dettaglio, e dal 18 MAGGIO la definizione dei calendari completi delle RIAPERTURE, Regione per Regione, di bar, ristoranti, parrucchieri.

Rate this post / esprimi il tuo voto
May 082020 Gossip
 
collaborazione parrucchiere azienda

Peccato! Le Aziende produttrici in Italia non hanno approfittato della situazione del CORONAVIRUS per trovare punti comuni di collaborazione strategica fra loro a difesa della categoria del PARRUCCHIERE.

Chi più, chi meno, si è mosso in modo individuale e ovviamente non ha ottenuto alcun risultato apprezzabile.

Ogni PARRUCCHIERE ha dovuto fare da sé richieste, dimostrazioni, scioperi e rimostranze per difendere il proprio lavoro ed il proprio futuro chiedendo la riapertura anticipata dei Saloni rispetto al Giugno.

Sicuramente questo non è positivo visto poi che ciò che attende il Parrucchiere nel prossimo futuro è alquanto impegnativo:

  • espansione delle vendite al supermercato, profumerie e del “fai-da-te”
  • lavoro abusivo a domicilio in nero
  • esplosione dell’E-commerce di prodotti professionali
  • costi insopportabili e tasse inadeguate
  • obblighi igienici caotici e insostenibili
  • etc.

Aziende, rivedete le Vostre strategie se vi sta veramente a cuore il PARRUCCHIERE.

Background photo created by freepik – www.freepik.com

Rate this post / esprimi il tuo voto
May 052020 Gossip
 

Preparati per la riapertura !

no ozono
sanificazione ambientale

KILLER VIRUS
è il decontaminatore ambientale che utilizza una tecnologia avanzata per la sanificazione dell’aria da virus e batteri. Integra perfettamente i dispositivi interni di protezione oggi consigliati come maschera chirurgica, occhiali protettivi, guanti chirurgici, copri-scarpe, igienizzante mani, etc.

dispositivo protezione

CARATTERISTICHE e BENEFICI
della TECNOLOGIA AMERICANA
(già USATA dalla NASA per le sue navicelle)
 per la SANIFICAZIONE e DECONTAMINAZIONE AMBIENTALE
KILLER VIRUS

  • La tecnologia di KILLER VIRUS distrugge oltre il 99,9% di tutti i contaminanti presenti sulle superfici e nell’aria.
  • Distrugge COVbatterivirusfumo e odori
  • Riduce i portatori di contaminazione e gli allergeni trasportati dall’aria che possono scatenare asma e sintomi allergici.
  • Ogni ora riesce a decontaminare in continuità un volume di ambiente tra i 140m2 e 160m2.
  • Semplice da installare
  • Non necessita di prodotti chimici aggiuntivi.

COME FUNZIONA KILLER VIRUS

è un dispositivo per la filtrazione e disinfezione continua dell’aria interna e quella intorno alla persona. Processa fino a 410 m3/h di aria interna in fasi diverse. Dapprima l’aria è filtrata con filtri HEPA che trattengono il 99,9% di micro particelle fino a 0,1 micron e poi trattata con un processo di fotocatalisi in TiO2 con luce UVC con Band-Gap.

IMPORTANTE:
KILLER VIRUS non annulla gli obblighi di legge sull’utilizzo degli accessori prescritti (maschere, guanti, etc.) ma ne completa gli effetti in maniera totale e globale nella sanificazione dell’ambiente.

Prepara la RIAPERTURA
del tuo SALONE
nel miglior modo possibile e sicuro
per TE e per i tuoi CLIENTI

CONTATTACI
telefono: 0331 1706328 | e-mail: info@globelife.com

L’articolo raffigurato è puramente indicativo. Non è ancora commercializzato al pubblico ma è distribuito in presidi sanitari. Sono però possibili le prenotazioni.

andratuttobene
Rate this post / esprimi il tuo voto
Apr 292020 Gossip
 
chiavi consegna

ERCOLANO – I Rappresentanti delle categorie Parrucchieri e Barbieri ANTONIO IENGO e FRANCESCO LOPEZ hanno consegnato le CHIAVI delle loro attività

Consegna-chiavi-parrucchieri-ercolano

La categoria dei parrucchieri e dei barbieri di Ercolano, Comune del Napoletano, rappresentata da Antonio Iengo e da Francesco Lopez, ha voluto mandare un forte segnale a tutti i colleghi della penisola e alle autorità governative consegnato le chiavi di tutti gli esercizi (di parrucchiere e barbiere) al primo Cittadino l’Avvocato Ciro Buonajuto.

Le motivazioni e i punti trattati nell’incontro sono di seguito espressi:

•          Richiesta di rappresentanza nelle opportune sedi governative del primo cittadino, il quale si è mostrato molto partecipe e attivo nell’intraprendere questa battaglia in difesa dei diritti della categoria. Infatti, in data odierna ha provveduto ad inviare al Presidente del Consiglio Dei Ministri una lettera chiedendo a gran voce di rivedere la decisione sulla data di riapertura. Seguito poi da altri sindaci dei comuni limitrofi.

•          Contrasto all’abusivismo, fenomeno dilagante, che a seguito dell’ordinanza della Regione Campania del 10 Marzo ha coinvolto non solo i reiterati soggetti evasori ed abusivi, ma gli stessi titolari dei saloni. Tutto ciò risulta deleterio per la categoria in quanto i soggetti che circolano liberamente di casa in casa possono essere dei pericolosissimi conduttori del Virus COVID-19, rallentando sia le aperture delle attività artigianali del luogo e sia erodendo un grossa fetta del fatturato alla riapertura.

La grande speranza è che questo gesto possa fare da motore propulsore per tutti gli appartenenti alla categoria in modo da arrivare con un messaggio diretto e chiaro al Governo. La categoria non chiede niente di eccezionale o di infattibile, ma chiede di essere equiparata agli altri settori produttivi e di non subire questa grossa discriminazione.

Background photo created by drobotdean – www.freepik.com

Rate this post / esprimi il tuo voto
Apr 292020 Gossip
 
riapertura saloni

Saranno insostenibili le conseguenze su un settore economico grande e frammentato, costituito in gran parte da piccole imprese già in ginocchio“: così si esprime l’associazione di categoria Cosmetica Italia sulla misura che sbarrerebbe le porte dei saloni di acconciatura ed estetica fino al 1 giugno.

Le conseguenze saranno la cessazione definitiva di circa un terzo delle attività – fino a 50.000 negozi, con la probabile ricaduta occupazionale per oltre 100.000 addetti, e la diffusione di lavoro nero a domicilio senza controlli e senza sicurezza, con il pericolo di incrementare i contagi che invece le misure predisposte vorrebbero evitare.
 L’attività di parrucchieri e centri estetici genera un volume di affari che supera i 6 miliardi di euro e impiega oltre 263.000 addetti.

Il 90% delle 130.000 imprese è costituito da unità con una media di 2 persone occupate all’interno dei Saloni, capaci di generare fatturati e margini appena sufficienti a garantire la gestione giornaliera dell’attività. 

People photo created by prostooleh – www.freepik.com

Rate this post / esprimi il tuo voto
hairdresser's journal
giornale del parrucchiere magazine professionale
giornale del parrucchiere official site