.
You are the visitor n. 108607820
< Home
Sep 232019 Gossip
 

Continua a crescere il fatturato del settore cosmetico +2,8%
sostenuto dalle esportazioni +4,5%.
L’andamento dei canali riflette l’evoluzione dei consumatori

MILANO, 18 SETTEMBRE 2019 – L’Indagine congiunturale, curata da COSMETICA ITALIA conferma l’anticiclicità del comparto e stima per la fine del 2019 un fatturato globale del settore prossimo agli 11,7 miliardi, in crescita del +2,8%.

Le esportazioni, sempre più diversificate verso mercati anche al di fuori dell’Europa, continuano a ricoprire un ruolo di primo piano nella crescita della produzione: si prevede, infatti, che l’export segnerà a fine anno un incremento del +4,5% per un valore vicino ai 5 miliardi di euro. Questo dato permette di registrare l’ennesimo record sulla bilancia dei pagamenti, prossima ai 3 miliardi di euro.

«Lo scenario dei mercati è in costante cambiamento e il consumatore è meno fedele rispetto al passato – ha commentato il presidente di Cosmetica Italia, Renato AncorottiTuttavia, l’industria cosmetica italiana continua a distinguersi per una dinamica positiva, sia sul piano della produzione che dell’export e, tra gli indicatori industriali, gli investimenti in ricerca e sviluppo consolidano i trend in aumento rispetto ai precedenti esercizi». Uno sguardo ai canali distributivi conferma la capacità di assecondare l’evoluzione degli stessi consumatori.

All’interno dei canali professionali, i centri estetici rafforzano le frequentazioni e i consumi, stimando per fine 2019 una crescita del +0,5%; al contrario i saloni di acconciatura mostrano ancora segnali di difficoltà con una probabile chiusura in contrazione a -1%.

Il canale erboristeria conferma invece la propria tenuta con una previsione a fine 2019 del +1,8%, seppur con valori ridotti rispetto al passato; positive anche le previsioni per la farmacia, +1,6%, canale sempre più vicino alla seconda posizione tra i canali di vendita detenuta dalla profumeria.

Quest’ultima, si stima che a fine anno chiuderà con un +1,2%, tuttavia diversi fattori, tra cui la forte specializzazione su poche famiglie di prodotto, non consentono ancora proiezioni ottimistiche sull’evoluzione del canale.

La grande distribuzione ha una crescita attesa a fine 2019 di +1,5%: rappresentando il 41% del mercato cosmetico nazionale per un valore prossimo ai 4,2 miliardi di euro.

L’e-commerce continua a rappresentare l’evidenza della trasformazione digitale del settore e, anche per il 2019, si prevede che registrerà trend superiori agli altri canali con +22%; proprio lo spostamento verso forme distributive più innovative giustifica la frenata delle vendite dirette (porta a porta e per corrispondenza) che a fine anno si stima avranno una contrazione del -2%.

Infine, è importante il segnale positivo (+5%) previsto in chiusura di esercizio per il contoterzismo che, ponendosi a monte rispetto agli altri canali, anticipa una dinamica di crescita per l’intero settore.

5 (100%) 1 vote[s]

Discover all the articles
Scopri tutti gli articoli

@cosmetica italia @lex market @marketing
Jun 152018 Gossip
 

pubblicità-in-aumento

Il mercato degli investimenti pubblicitari in Italia chiude il mese di aprile su marzo in crescita del 4,2% (+2,6% senza search e social), portando il cumulato del quadrimestre  a +1,8% rispetto allo stesso periodo del 2017.

 

4.3 (85.71%) 7 vote[s]

Discover all the articles
Scopri tutti gli articoli

@lex market
Jun 142018 Gossip
 

azienda-di-successo

Il sogno di ogni Azienda è quello di diventare uno status symbol con un prodotto.

Come? Con sempre più punti vendita qualificati, con strategie commerciali orientate alla fidelizzazione della clientela, presentando sempre servizi esclusivi.

Il successo dipende anche da come si crea l’immagine di un’azienda e quanto più sia riconoscibile fra tutte le altre. L’immagine proposta al mercato è fondamentale ed è il marketing, prima, a confezionarla e la strategia commerciale, poi, a quantificarla.

Oggi nella miriade quasi infinita di concorrenti, essere riconoscibili, è fondamentale!

4.3 (85%) 8 vote[s]

Discover all the articles
Scopri tutti gli articoli

@lex market
Jun 072018 Gossip
 

made_green_Italy

Dal 13 giugno imprese più competitive sui mercati esteri con “Made Green in Italy“, il marchio finalizzato a valorizzare la competitività dei prodotti italiani di elevata qualificazione ambientale, all’interno della strategia europea.

Il marchio è definizione di prodotti green Made in Italy. Per prodotti green si intendono quei prodotti che presentano prestazioni ambientali pari o superiori ai benchmark di riferimento, la valutazione delle quali è effettuata secondo il metodo Per (Product environmental footprint), metodo che determina l’impronta ambientale di un prodotto.

4.5 (90%) 2 vote[s]

Discover all the articles
Scopri tutti gli articoli

@lex market
Jun 052018 Gossip
 

facebook-bluff

PUBBLICITÁ: P&G (Procter&Gamble) taglia 200 MILIONI di $(dollari) a Facebook e Google dopo aver scoperto che i click erano di robot invece che di utenti in carne ed ossa e con diffusione su siti collaboratori di dubbia utilità. Il tutto attraverso piattaforme di programmatic. In più c’erano spot visti per meno di 2 secondi.

Altre “grandi aziende spender” faranno lo stesso.

Ne consegue che la stampa rimane, perciò, un punto di riferimento unico  per la sua capacità di dar valore aggiunto e credibilità alla comunicazione pubblicitaria.

Rate this post / esprimi il tuo voto

Discover all the articles
Scopri tutti gli articoli

@lex market
Jun 042018 Gossip
 

procter&gamble

P&G (Procter&Gamble) renderà gli impianti sostenibili entro il 2030. Dopo aver raggiunto in anticipo a livello mondiale la maggior parte degli obiettivi globali di sostenibilità ambientale fissati per il 2020, come la riduzione del 20% per unità di prodotto dell’uso di acqua, energia e dei chilometri percorsi dai camion e la riduzione delle emissioni totali, P&G ha reso noti i nuovi target per la salvaguardia del pianeta intitolati “Ambition 2030“.

I nuovi obiettivi coinvolgono marchi che svilupperanno imballaggi riutilizzabili o riciclabili al 100% ed introdurranno innovazioni sostenibili per favorire un consumo responsabile.

“I nostri obiettivi per il 2030 puntano ad affrontare due dei problemi ambientali più pressanti del mondo: le risorse limitate ed i consumi crescenti”, ha detto Virginie Helias, vicepresidente mondiale per la sostenibilità di P&G.

A livello produttivo, gli stabilimenti, che nel 2020 saranno tutti a “zero scarti in discarica” (oggi lo sono già l’80%), ridurranno del 50% le emissioni di gas a effetto serra, saranno alimentati al 100% da elettricità rinnovabile, si avvarranno di fonti di approvvigionamento circolare per 5 miliardi di litri di acqua e, laddove possibile, di centrali a energia eolica e vapore da biomassa.

4 (80%) 1 vote[s]

Discover all the articles
Scopri tutti gli articoli

@lex market
May 292018 Gossip
 

bonus-pubblicità-media-tradizionali

È in attesa di pubblicazione il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (dcpm) per chi fa investimenti nell’editoria. Un credito d’imposta a sostegno degli investimenti pubblicitari incrementali effettuati sui giornali e sulle emittenti radio-televisive a diffusione locale è quanto emerge dalla lettura del dcpm.

Per poter usufruire di tale credito è importante che gli investimenti siano incrementali per almeno l’1% rispetto ad una base storica: per gli investimenti effettuati nel 2018 (anno intero) l’incremento deve riferirsi agli analoghi investimenti effettuati nel 2017 (anno intero) e così via.

La misura del credito arriva fino al 90% per imprese piccole e medie e per le start-up innovative. Gli investimenti ammessi sono gli acquisti di spazi pubblicitari, inserzioni commerciali su giornali quotidiani e periodici, nazionali e locali e nell’ambito della programmazione di emittenti televisive e radiofoniche locali e analogiche o digitali. 

Sono escluse le spese sostenute per la realizzazione di televendite, servizi di pronostici, giochi o scommesse con vincita di denaro, di messaggeria vocale o chat line con servizi a sovrapprezzo.

Le spese per l’acquisto di pubblicità sono ammissibili al netto delle spese accessorie, dei costi in intermediazione e di ogni altra spesa diversa dall’acquisto dello spazio pubblicitario, anche se ad esso funzionale o connesso.

Per poterne usufruire è necessario informarsi presso il proprio commercialista circa le modalità e le date utili per la presentazione del modello F24.

LEGGI IL DECRETO COMPLETO

5 (100%) 1 vote[s]

Discover all the articles
Scopri tutti gli articoli

@lex market
May 292018 Gossip
 

valentino-garavani-linea-beauty

Sarà curata da L’Oréal la linea beauty ed il lancio dei profumi di Valentino in previsione per il 2019.

Proprio ieri la maison romana fondata nel 1960 ha siglato un accordo di licenza globale con L’Oréal per la creazione, lo sviluppo e la distribuzione a lungo termine di profumi e prodotti di bellezza.

Contro la tendenza del “fast beauty” che sta coinvolgendo Estée Lauder e Coty,  la linea cosmetica di Valentino sarà focalizzata sulla generazione dei millennial e si posizionerà nel segmento lusso.

Rate this post / esprimi il tuo voto

Discover all the articles
Scopri tutti gli articoli

@lex market
May 222018 Gossip
 

differenziarsi

“BIG is BAD” grande è cattivo !

L’attenzione dei consumatori, oggi, è sensibile sopratutto su benessere e sostenibilità e, per questo, si sta trasformando la produzione così come la distribuzione.

L’essenza del Marketing dei vari brand è cercare di capire questo consumatore sempre più difficile e per farlo cercano di “focalizzarsi” e differenziarsi nella mente delle persone (perché più ci si differenzia e più si è competitivi): non cercare di essere tutto per tutti !

Rate this post / esprimi il tuo voto

Discover all the articles
Scopri tutti gli articoli

@lex market
hairdresser's journal
giornale del parrucchiere magazine professionale
giornale del parrucchiere official site