.
You are the visitor n. 107574902
< Home
Jan 182018 Gossip
 

Vuoi sapere chi sono i Migliori Parrucchieri d’Italia? Te li diciamo noi!

top2017

Ogni settimana vi suggeriremo i nomi dei veri TOP HAIRSTYLISTS per ogni regione d’Italia. Se vuoi essere sicura di affidarti alle mani dei giusti professionisti non mancare al nostro appuntamento settimanale.

Ecco i nominativi dei Migliori Parrucchieri di Liguria, Emilia Romagna e Toscana.

 

LIGURIA
GE – Genova – TOP HAIR
IM – Imperia – EQUIPE SAGLIETTO
IM – Sanremo – IL CIUFFODORO

 

EMILIA ROMAGNA 
BO – Bologna – ALBERT EQUIPE
BO – Bologna – ROCCO PARRUCCHIERI
BO – Bologna – TIMMY 
BO – Sasso Marconi – VANITY LOOK 
FE – Ferrara – PIERPAOLO DI CECIO
FE – Ferrara – YUFORIA HAIRSTYLIST
MO – Marano sul Panaro – L’ANGOLO LA PARRUCCHIERIA 12
MO – SALPHON
PC – Fiorenzuola d’arda – GIOVANNI HAIR FASHION
PC – Piacenza – REALITY BY FABIO
RA – Milano Marittima – I MERIDIANI
RE – Castellarano – AVANT GARDE PARRUCCHIERI

 

TOSCANA 
AR – Arezzo – ATELIER EGIDIO BORRI AREZZO
AR – Montevarchi – ATELIER EGIDIO BORRI
AR – Arezzo – CARLO BAY
AR – San Giovanni in Valdarno – SABRINA BY EGIDIO
AR – Sansepolcro – GOCCE MODA CAPELLI
FI – Firenze – MARA BY EGIDIO
FI – Firenze – GINO DE STEFANO HAIR DESIGNER
PI – Santa Croce sull’Arno – ROMINA E DANIELA
PI – Terricciuola – SAITTA GIADA

Rate this post / esprimi il tuo voto
Jan 182018 Gossip
 

private label

Le private label si orientano sempre più alla qualità e meno alle promozioni e al prezzo. La MARCA PRIVATA del distributore/grossista si sta imponendo nel settore ed è apprezzata sempre più anche dal parrucchiere che così difende la propria identità nei confronti delle marche/brand super conosciute e diventate populiste.

La MARCA PRIVATA (commerciale) è diventata uno strumento di innovazione, un modo di fare concorrenza ai grandi brand. Queste nuovi brand hanno fatto progressi in termini di sostenibilità, innovazione, qualità, ma anche varietà e quantità di referenze sostenute, in alcuni (pochi) casi anche da una buona strategia di comunicazione nei punti vendita.

In un mercato sempre più globalizzato, o si difende la qualità con elementi identificativi o diventi un prodotto indifferenziato dove il prezzo è l’unico elemento che il consumatore capisce.

Rate this post / esprimi il tuo voto
Jan 172018 Gossip
 

truffe-facebook

Navigando nel web abbiamo scovato un video dello Zoo di 105 (visionabile cliccando sull’immagine qui in alto) in cui il conduttore, Marco Mazzoli denuncia un fatto che colpisce da vicino tutti coloro che cercano di far crescere (onestamente) il proprio profilo privato o aziendale sui Social.

Gli utenti disonesti hanno la possibilità di COMPRARE iscritti, like, commenti su molti siti ad un prezzo veramente irrisorio. Queste operazioni, ovviamente, ledono l’immagine di quelle persone che, per lavoro, gestiscono pagine con professionalità ed impegno cercando di aumentare l’engagement senza ricorrere all’acquisto di “numeri”.

Anche noi della Redazione di GLOBElife crediamo che sia importante comunicare sui Social in modo pulito, condividere, creare contenuti originali e farli conoscere ad un pubblico selezionato che potrebbe seriamente apprezzare ciò che una pagina crea, piuttosto che avere un seguito con sei zeri che poi si rivela inutile in quanto a reattività.

Le Aziende che pagano i cosiddetti influencer solo per il numero di iscritti ai loro canali, dovrebbero prestare attenzione all’effettiva reattività ai post di queste persone, per scovare i furbetti ed evitare di perdere soldi e credibilità.

Rate this post / esprimi il tuo voto
Jan 162018 Gossip
 

grossisti profitto

Caro grossista/distributore,

recentemente, con l’e-Commerce, sono nati tanti concorrenti nuovi. Oggi la distribuzione sta subendo una grande trasformazione, perchè, oltre alla vendita “online” c’è il problema della difficoltà a trovare “agenti” e quindi anche il servizio di visita diretta ai saloni è in crisi. Altro problema è il “prezzo” dei prodotti crollato ai minimi storici per la forte concorrenza: non c’è sufficiente ricarico per coprire le spese e fare almeno un piccolo utile. Le Aziende, quasi tutte, non ti stanno aiutando: infatti ti vendono il prodotto e non cercano di far sì che il prodotto stesso venga richiesto.

Non hanno ancora capito che per vendere bisogna far pubblicità, non importa come: riviste, Facebook, Google, depliant, etc.

Come grossista/rivenditore, ti devi dare da fare da solo!

Devi cercare, in ogni modo, di emergere su tutti quelli che ti fanno concorrenza: prodotti star, prodotti esclusivi, servizi tecnico/artistici, meeting, etc. Devi cercare, innanzitutto, di trasformarti da “venditore” in “consulente”, devi conoscere tutto del mercato dai prodotti, alle aziende, alle strategie dei brand più dinamici ! E devi far sapere che esisti e sei uno dei migliori distributori!

Rate this post / esprimi il tuo voto
hairdresser's journal
giornale del parrucchiere magazine professionale
giornale del parrucchiere official site