.
You are the visitor n. 111801806
< Home
Jan 102020 Gossip
 

COTY ha dato il mandato a Credit Suisse, esplorando così le possibili opzioni di vendita oppure le alternative strategiche riguardanti il business della unit professionale (che comprende noti marchi beauty – haircare tra i quali Wella, Clairol, Opi e Ghd). Questa importante scelta di disinvestire nel professionale, fa parte del piano di riorganizzazione della multinazionale americana e coinvolgerà tutti i settori: business, management e board of directors. L’azione del colosso del beauty ha l’obiettivo finale di concentrare tutte le attività solo ed esclusivamente nei settori skincare, fragranze e cosmetici. COTY si aspetta che grazie a questa transazione i debiti della società vengano cancellati.

Rate this post / esprimi il tuo voto

Discover all the articles
Scopri tutti gli articoli

@beauty @cessioni @clairol @cosmetici @coty @fragranze @ghd @opi @professionale @settore @skincare @wella
Jan 082020 Gossip
 

The inspiration for this collection is rooted in the glam punk scene in London during the seventies.  A time when David Bowie, T-Rex, Alice Cooper and the New York Dolls were idols for a generation looking to break-away from the hippie folk music of the sixties.   Defined looks that feature distinctive frontal looks which highlight the facial features.

Ph: Jose Urrutia
Make-up: Peluqueria Jose Urrutia
Stylis: Ane Urrutia

hair-collections

5 (100%) 1 vote[s]
Jan 082020 Gossip
 

Il mestiere del parrucchiere oggi si conferma come una professione intramontabile, ma quanto rende? Quanto guadagna oggi un parrucchiere?

Quello del parrucchiere oggi è un mestiere ambìto ed il suo stipendio può variare molto a seconda che sia un dipendente o un lavoratore autonomo, che abbia esperienza o sia agli esordi, che sia social o meno.

Compiti del parrucchiere

Le mansioni che un parrucchiere, o hairstylist come amano essere chiamati i professionisti delle forbici, sono diverse e tra di esse possiamo annoverare:

  • Shampoo
  • Trattamenti post-shampoo (ristrutturanti, lucidanti, ammorbidenti, nutrienti, anti-crespo, etc..)
  • Colore o Colorazione (mèches, colpi di sole, shatush, schiariture, balayage, riflessi)
  • Taglio
  • Trattamenti speciali (permanente, stiratura, frisè)
  • Piega e messa in piega (capelli ricci, mossi, lisci, piega con bigodini o senza)

Tutte queste fasi sono importanti e in ognuna di esse un parrucchiere professionista trova il modo di dimostrare la propria preparazione.

Affondare le mani nella chioma di un cliente permette ad un hairstylist attento di comprendere le caratteristiche peculiari dei capelli, cosa che gli permette di utilizzare i prodotti specifici e di sottoporre al medesimo trattamenti personalizzati volti alla cura ed alla salute dei capelli stessi. Meritevole di menzione è anche la nuova professione del Barber, oggi infatti non solo i capelli sono oggetto di attenzione, cura e moda. La barba è la nuova frontiera, il nuovo oggetto di studio ed attenzione.

Lo stipendio del parrucchiere: quanto guadagna?

Certamente una formazione presso accademie prestigiose, un aggiornamento costante, una continua ricerca stilistica volta a proporre ai propri clienti nuove tecniche di taglio, colori alla moda e acconciature all’avanguardia sono tutte caratteristiche che aiutano i parrucchieri ad avanzare professionalmente e a guadagnare di più.

La prima differenza di guadagno tuttavia è legata al fatto che un parrucchiere sia un lavoratore autonomo o un dipendente.

Nel caso di un parrucchiere dipendente il guadagno può oscillare fra i 700 e i 2000 euro, a seconda che si tratti di un apprendista o di un parrucchiere finito con esperienza. Ovviamente vi sono poi i casi intermedi: tra i 1000 ed i 1200 euro per un livello intermedio, tra i 1400 ed i 1600 per un parrucchiere di esperienza, tra i 1800 ed i 2000 per un hairstylist.

Se parliamo di un lavoratore autonomo i guadagni possono essere senza limite, eclatanti casi di hairstlylists nati all’ombra di trasmissioni televisive o di potenti campagne sui social network divenuti titolari di catene di saloni in pochissimi anni insegnano che questa professione può veramente diventare una industria. Tuttavia non bisogna dimenticare i costi legati alla libera professione, che nei casi più tradizionali possono chiaramente ridimensionare e molto i guadagni.

Parliamo delle spese legate all’affitto dei locali o alla rata del mutuo per il loro acquisto, alle spese per l’arredamento, ai costi per le attrezzature e ai costi del personale. Per quanto riguarda le spese legate alla apertura ed alla gestione della partita IVA e quelle legate alla contabilità tuttavia si può trovare aiuto nella scelta del regime forfettario, almeno all’inizio, per il quale è prevista dalla normativa vigente un trattamento fiscale speciale con lo scopo di facilitare l’apertura di nuove imprese economiche.

Come si diventa parrucchiere?

Dopo aver visto cosa fa un parrucchiere e quanto guadagna un parrucchiere, è venuto il momento di capire come si diventa parrucchiere.

Il modo per diventare parrucchiere è solo uno, conseguire una abilitazione professionale ma le vie per conseguire tale abilitazione sono due:

  • Lavorare per 2 anni come dipendente o 5 anni come apprendista presso un salone,  e poi fare richiesta dell’abilitazione alla Camera di Commercio Industria ed Artigianato della propria Provincia di residenza
  • Sostenere un esame volto all’ottenimento della qualifica professionale dopo aver frequentato 2 anni di scuola professionale.

Ora sapete quanto guadagna un parrucchiere, quali sono le mansioni di un parrucchiere e come si diventa parrucchiere ….. adesso spetta solo alla vostra passione ed alla vostra volontà entrare nel meraviglioso mondo della moda-capelli!

Images from Freepik

4 (80%) 1 vote[s]
Jan 032020 Gossip
 

Se sei giovane e vuoi essere certo di avere un futuro importante come hairstylist / stilista, devi cercare di maturare un’esperienza come lavorante presso un salone TOP.

Clicca qui
www.TOPHAIRSTYLISTS.com
ed avrai solo l’imbarazzo della scelta.

Questi saloni, per essersi meritati un posto sulla prestigiosa guida, sono tutti di alto livello, sono aggiornatissimi e molti di loro partecipano anche a show, meeting ed importanti pedane del settore.

Buona Fortuna.

5 (100%) 1 vote[s]
Jan 022020 Gossip
 
Alison Stewart and Mairi McQueen International Hairstylist

Find put the latest Hair Collection, called “Urban Cool Girl”, made by “Alison Stewart and Mairi McQueen” International Hairstylist from UK.

Ph: Kat McDonald
Make-up: Karen Bowe
Stylist: Alison Stewart and Mairi McQueen

hair-collections

5 (100%) 1 vote[s]
Jan 022020 Gossip
 

TOM CONNELL is the new Davines Art Director

He will play a leading role in creating photographic collections and training hairstylists, as well as appearing in hair shows across the globe.

ANGELO SEMINARA (ex Art Director for Davines) therefore leaves his position to a great creative.

TOM grew up in the salon owned by his parents who are both hairdressers. He transferred to LONDON to develop his expertise in styling and worked at Trevor Sorbie for the past 10 years and spent four of those years as Trevor Sorbie’s artistic director. Speaking about his creative process Tom said:

“I keep a document with me to write down things that catch my attention: an haircut, a piece of forniture, a film clip. Once a month, I read it and see a connection between all the elements and I develop all of my ideas from there.”

5 (100%) 1 vote[s]
Jan 022020 Gossip
 

Il FOOD, parola inglese che sembra avere significati più ampi di “cibo” o “ristorazione“, ha invaso le città: è parte del loro racconto, fattore di attrattività, business di livello. Un concept molto distante da quello legato alla necessità di alimentarsi, da un approccio esclusivamente razionale.

Il Food per negozi esclusivi, griffe, ristoranti a casa: non è più solo cibo

Quello del FOOD è un tema che negli ultimi anni è esploso, che ha fatto un salto quantico, non un’evoluzione lineare. Se 15/20 anni fa abbiamo visto esplodere nel mondo del RETAIL i brand dell’abbigliamento con l’ingresso di Zara, H&M, e degli altri, oggi le vie delle principali città al mondo, Milano, New York, Tokyo, sono terreno di conquista dei concetti di food evoluti.

Così come ci sono stati risvolti sui consumi nel food, perche’ non ripetere lo stesso iter per l’hairstyling ?

Images from Freepik

4 (80%) 1 vote[s]
Dec 202019 Gossip
 

Asciugacapelli PARLUX in mostra e sul palco a ON HAIR 2019

PARLUX – azienda di MILANO, leader nella produzione di asciugacapelli professionali ha partecipato all’importante evento ON HAIR TORINO, giunto già alla decima edizione.

Parlux ha accolto i visitatori al suo stand dove è stato possibile visionare e testare i molteplici modelli della gamma Parlux; in particolar modo i phon novità Parlux ALYON® e Parlux 3200® Plus, già best seller in tutto il mondo che,  grazie alle speciali caratteristiche tecniche appositamente disegnate per un uso professionale, offrono: leggerezza, potenza, misure ideali dell’apparecchio, ottimo bilanciamento e nuovi dispositivi, quali l’Air Ionizer Tech (ioni negativi) e l’HFS (Hair Free system – che cattura e trattiene i capelli mantenendo il phon più pulito ed efficiente).

Tra i molteplici incontri, seminari e show moda capelli sul palco di ON HAIR, quello proposto dal noto hairstylist torinese Mario Firriolo e dal suo team artistico, testimonial Parlux,  con originali creazioni moda capelli realizzate esclusivamente con l’ausilio di phon Parlux ALYON®.

5 (100%) 1 vote[s]
hairdresser's journal
giornale del parrucchiere magazine professionale
giornale del parrucchiere official site