.
You are the visitor n. 107920808
< Home
Dec 022014 Gossip
 

Hollywood

Anche le celebs per apparire splendide si affidano al loro parrucchiere di fiducia. Uomini e donne del jazz set infatti hanno bisogno di trucco e parrucco soprattutto prima di andare in scena, ma spesso anche nella vita quotidiana o prima di un appuntamento serale importante.
Prezzi da capogiro per un taglio e una piega, ma, oggettivamente, i risultati sono il top e infatti quando entrate voi dal parrucchiere sventolando la foto di una star di cui volete imitare l’acconciatura, 10 a 1 che non sarete mai così chic!

Le dive di Hollywood, soprattutto, vanno a New York e, proprio qui, ci sono gli hair stylist (guai a chiamarli parrucchieri) più bravi del mondo! Julia Roberts, Sarah Jessica Parker e Scarlett Johansson affidano i loro capelli alle sapienti mani di Serge Normant che per un taglio chiede all’incirca 450 euro. Altro vero e proprio mago per i capelli è senz’altro Harry Josh che decide il look di star del calibro di Cameron Diaz, Reese Witherspon, Natalie Portman, ma anche due bellissimi del cinema: Leonardo Di Caprio e Benicio del Toro. La stilosa e sempre molto elegante Angelina Jolie invece preferisce il tocco di Ted Gibson che, fra le altre, cura anche lo stile di Mila Kunis.

Se invece ci spostiamo a L.A. come la chiamano in modo molto fresco i vip locali allora non potete non andare da Tracey Cunningham che con la “modica” cifra di 460 euro vi farà una tinta spettacolare come a Drew Barrymore.
Se invece preferite andare a West Hollywood fatevi coccolare da Andy LeCompte che con le sue magiche forbici crea i look di Madonna, Penelope Cruz e Demi Moore.
Se invece preferite qualcosa dal sapore più…italiano, potete andare da Orlando Pita che con un prezzo a partire da 620 euro probabilmente vi trasformerà letteralmente in una delle sue star abituali come Lady Gaga, Beyoncée.

Rate this post / esprimi il tuo voto
Dec 022014 Gossip
 

ITELY per lo sport

GLOBElife è a tua disposizione per sfruttare un’eccellente opportunità a te riservata!

Estratto da un ARTICOLO DI LEGGE in Gazzetta Ufficiale N°269 del 19 Novembre 2014 con il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico.

“Al fine di favorire la digitalizzazione e l’ammodernamento tecnologico delle piccole e medie imprese, nell’ambito di apposito Programma Operativo Nazionale della prossima programmazione 2014-2020 dei fondi strutturali comunitari, sono adottati interventi per il finanziamento a fondo perduto, tramite Voucher di importo non superiore a 10.000 euro concessi ad imprese per lo sviluppo di soluzioni e-commerce, la connettività a banda larga e ultralunga. I voucher potranno altresì finanziare la formazione qualificata, nel campo ICT, del personale delle suddette piccole e medie imprese.”

Clicca per saperne di più!

Rate this post / esprimi il tuo voto
Dec 022014 Gossip
 

Procter & Gamble

LONDRA, 28 novembre (Reuters) – Procter & Gamble sta lavorando con Goldman Sachs per valutare la possibilità di cedere Wella, noto marchio per la cura dei capelli, che potrebbe valere circa 7 miliardi di dollari.

Il colosso Usa dei prodotti di consumo, infatti, sta razionalizzando il proprio portafoglio, riferiscono fonti vicine alla situazione.

P&G sta valutando tutte le opzioni per la divisione tra cui anche la vendita totale o parziale, aggiungono le fonti sottolineando che nessuna decisione definitiva è stata presa.

P&G non ha commentato, mentre Goldman Sachs non si è resa disponibile nell’immediato per un commento.

© Thomson Reuters 2014 Tutti i diritti assegna a Reuters.

Wella

Rate this post / esprimi il tuo voto
Dec 012014 Gossip
 

e-commerce

Partono i finanziamenti per la digitalizzazione delle pmi previsti dal decreto Destinazione Italia. Il provvedimento consente a macro, piccole e medie imprese di ottenere voucher fino a 10 mila euro a impresa, per l’acquisto di software, hardware o servizi che consentono, per esempio, l’e-commerce e la connettività a banda larga. Il contributo potrà coprire al massimo fino al 50% delle spese considerate ammissibili.
Le domande dovranno essere inoltrate on line, attraverso il sito www.mise.gov.it.

Rate this post / esprimi il tuo voto
Nov 282014 Gossip
 

Market

Despite variable economic conditions, the natural personal care market continues to see strong growth, posting a healthy 10.6 % increase globally to reach USD 29.5 billion at the manufacturers’ level in 2013, the market researcher Kline publishes in its Blog. Experiencing double-digit growth since 2008, the natural personal care market has seen a compound annual growth rate (CAGR) of 11.3 % over the last five years and is projected to post an increase of 9.2 % to reach $46 billion in 2018, the company reported. According to the recent study by Kline, Brazil and particularly China are the fastest-growing natural personal care markets, with sales in China increasing nearly 24 % in 2013 and slowly challenging the United States’ global market share. Growth within mature markets, driven by the large number of brands present in the regions competing on products, price, and product efficacy, remains impressive as exemplified by a 7 % increase in the United States and 6 % in Europe, the company stated.

Zachary Ferrara, Project Lead for Kline China, notes, “Within the flourishing Chinese market, while both domestic and foreign brands are enjoying growth, domestic ones still claim an estimated 80 %+ share of the market. Notably, of these local players, those offering mostly TCM (traditional Chinese medicine) products account for approximately less than two-thirds of the Chinese natural personal care market. However, international natural brands are becoming more accepted by Chinese consumers as they are considered to be of a higher quality.” Remarkably, the last five years have seen several global brands enter the Chinese natural beauty market including Jurlique (2009), Kiehl’s (2009), and Origins (2010).The strength of the Brazilian market is being driven by leading marketers Natura and O Boticário, which collectively claim an estimated 85 % total market share. The Brazilian market is well-developed with regards to sourcing of organic and natural ingredients, but companies still have a high concentration of synthetics in their formulations.

The natural beauty market across the globe is extremely fragmented, with only six companies enjoying a share of 3 % or more, the company pointed out. The leading brands differ regionally with Aveeno and Bare Escentuals leading in the United States, L’Occitane and Saishunkan in Japan, Chando and Inoherb in China, and Yves Rocher and Oriflame in Europe. According to the market researcher, the channel mix also varies significantly between regions. In Europe, pharmacies dominate the scene while mass outlets post the highest growth. Direct sales lead in Brazil, and health and natural food stores rank first in the United States. Due to high manufacturing costs and limitations of natural preservatives, natural-inspired products are preferred by many manufacturers and they dominate the market. However, encouraged by growing consumer awareness and improved technology, several companies are seeking to reformulate their existing product lines to remove synthetic ingredients. With no strict government-mandated directives and standards, various certifying agencies are taking initiatives to regulate the market, but the challenge is to scan for its naturalness. Additionally, only a few marketers take the initiative to approach the certifying agencies to get their products certified.

Rate this post / esprimi il tuo voto
hairdresser's journal
giornale del parrucchiere magazine professionale
giornale del parrucchiere official site