.
You are the visitor n. 107641859
< Home
Dec 112017 Gossip
 

errol douglas

ERROL DOUGLAS  has been awarded one of the most prestigious titles in British hairdressing. Errol who owns a luxurious salon in London’s exclusive Belgravia was named a Patron of Honour at the annual Fellowship for British Hairdressing’s Luncheon and Awards, which took place earlier this week at London’s famous Dorchester Hotel.

Only three other people have ever been bestowed this honour being Vidal Sassoon, Trevor Sorbie MBE, and Ann Herman. This puts Errol among some of the most iconic names in hairdressing history! The award recognises Errol’s continued commitment to the Fellowship, hairdressing’s most respected organisation. Fellowship President Karine Jackson commented on Errol’s unwavering passion and steadfast loyalty, both in the UK and on the international stage. As a former President of the Fellowship himself and the recipient of countless awards, Errol is already one of the most renowned names in hairdressing. This title confirms his position as an influencer, educator and all-round role model for the industry.

The honour rounds off another incredible year for Mr Douglas. Last month, he was awarded the Hair Salon of the Year trophy at the London Lifestyle Awards and in November he was once again shortlisted for the British Hairdresser of the Year title at the British Hairdressing Awards.

 

Rate this post / esprimi il tuo voto
Dec 112017 Gossip
 

toni mascolo morto

Nel 1963 Toni Mascolo aprì insieme al fratello Guy il primo Salone TONI&GUY a Londra, nel quartiere Clapham, unendo così la creatività latina con quella inglese e dando vita a quella che sarebbe stata una delle catene di Saloni di Acconciatori più famose al mondo. Oggi TONI&GUY è presente in 48 paesi con più di 475 Saloni e 23 Accademie.

Grazie al successo iniziale la firma TONI&GUY inizia a comparire sulle riviste di tutta Europa e la sua notorietà è in continua ascesa. Nel 1973 i fratelli decidono così di fare un grosso salto avanti aprendo il primo Flagship Store a Mayfair, nel prestigioso centro di Londra. Entrano nell’Artistc Team anche i fratelli minori Anthony e Bruno, ed entrambi si dedicano alla cura della comunicazione e dell’immagine del brand. Nel 1980 nasce il marchi TIGI Haircare e vengono aperti i primi Saloni in USA. Nel 1988 TONI&GUY si aggiudica il Best Art Team Award ai British Hairdressing Awards, che vincerà poi per 11 anni consecutivi. Il Brand finora ha vinto oltre 100 premi, di cui 47 assegnati da British Hairdressing Awards. Nel 2004 TONI&GUY diventa Sponsor Ufficiale della London Fashion Week. Nel 2005 viene lanciato il marchio Label.m, una linea di prodotti professionali caratterizzata da formule innovative contenenti ingredienti attivi di origine naturale ed oli essenziali.

Nel 2006 Toni viene nominato Cavaliere Ufficiale dello Stato Italiano e nel 2009 viene ricevuto dal Papa. Con la sua morte se ne va uno degli uomini più influenti del settore hairstyle internazionale. Mancheranno a tutti la sua gentilezza, la sua creatività ed il suo estro artistico.

Le nostre più sentite condoglianze a tutta la sua famiglia. R.I.P. Toni, you will be missed.

Rate this post / esprimi il tuo voto
Dec 112017 Gossip
 

HAIRCOLLECTION MarkHayes&TheInternationalCreativeTeam

 

Today’s fashion has a uniquely eclectic and individualist approach with designers talking inspiration from an amazing array of source material that creates an aesthetic that references nostalgia but is not tied down by history. Vintage seventies prints and rebellious leather jackets, vivid sequinned tops alongside folksy embroidered denim area revival of dressing up with an individual, innovative spirit. It’s this uniquely diverse and nonconformist approach that has inspired the Je-Jeune Collection by Sassoon Academy.

Collection: Je-Jeune
Ph: Benjamin Vnuk
Make-up: Daniel Koleric
Styling: Lucie Perrier

hair-collections

Rate this post / esprimi il tuo voto
Dec 072017 Gossip
 

vendere lusso

Chi produce beni di lusso può vietare ai distributori autorizzati la vendita di questi prodotti su piattaforme internet terze al proprio canale di vendita. Come, ad esempio, Amazon. E questo, solo ed esclusivamente, per salvaguardare l’immagine di lusso dei prodotti che mette in commercio.

Lo ha sentenziato ieri la Corte di giustizia europea. Agli stessi distributori è permesso vendere prodotti di lusso via web, ma solo a condizione che utilizzino una propria vetrina elettronica. O anche piattaforme terze non autorizzate, purchè non siano riconoscibili dal consumatore. Non solo, il giudice europeo ha precisato subito che un sistema di prodotti di lusso, finalizzato a salvaguardare l’immagine degli stessi, non viola il diritto dell’Unione, purché siano rispettate due condizioni:

– la scelta dei rivenditori deve avvenire in base a criteri qualitativi oggettivi, fissati indistintamente per tutti i potenziali rivenditori e applicati in modo non discriminatorio;

– i criteri per la scelta non devono andare oltre il limite necessario.

Rate this post / esprimi il tuo voto
hairdresser's journal
giornale del parrucchiere magazine professionale
giornale del parrucchiere official site